L’associazionismo torna in piazza: il 13 maggio marcia pro-life a Roma

(su Avvenire del 08/03/2012) Si svolgerà a Roma il 13 maggio la seconda edizione della Marcia per la vita, organizzata da un gruppo di associazioni di diversa estrazione ma tutte unite in un’iniziativa tesa ad affermare l’indisponibilità della vita e a contrastare la piaga dell’aborto.

Dopo il successo della prima edizione lo scorso anno a Desenzano sul Garda, anche quest’anno l’intento della marcia, come si legge in una nota dei promotori, è di «invitare alla mobilitazione i cattolici e tutti gli uomini di buona volontà, a qualsiasi confessione appartengano, sull’esempio delle manifestazioni pro-life che ormai da tanti anni si tengono a Washington, Parigi, Bruxelles e altrove».

La partecipazione, infatti è aperta anche ai non credenti e a «tutti i gruppi che potranno partecipare con i loro simboli a esclusione di quelli politici». Saranno presenti anche delegazioni da Austria, Germania e Polonia.

La marcia sarà preceduta il 12 maggio dal convegno «Chi salva una vita, salva il mondo intero» nel Pontificio ateneo Regina Apostolorum con relazioni, tra gli altri, di padre Gonzalo Miranda, del neonatologo Carlo Bellieni, del ginecologo Giuseppe Noia e del presidente dello Ior Ettore Gotti Tedeschi. Si alterneranno poi le testimonianze di Giovanni Lindo Ferretti, Costanza Miriano e Irene van der Wende, coordinatrice per i Paesi Bassi di «Silent No More Awareness».

Terzo passo del programma la stampa di un libretto informativo sulle conseguenze fisiche e psicologiche dell’aborto sulla donna («Mamme che piangono», Fede & Cultura). Sul sito www.marciaperlavita.it il conto alla rovescia e una mappa sulle partenze dei pullman da tutta Italia con la possibilità di contattare i referenti locali. Molte le adesioni già pervenute, tra le quali autorevoli messaggi di sostegno da parte del mondo ecclesiale. (Em.Vi.)

Sostieni la Marcia per la Vita