Mancano “donatori” di gameti per la fecondazione artificiale. Si propone un “rimborso”

La notizia riportata sabato 22 dicembre dal Corriere della Sera circa la proposta avanzata al Ministero della Salute in un incontro del 18 dicembre, di rimborsare con almeno 600 euro le donatrici di ovuli destinati alle fecondazioni eterologhe (fecondazioni effettuate con ovuli o spermatozoi esterni alla coppia), mi ha fatto non poco indignare, senza contare che verranno ovviamente…

Addio Mario Paolo Rocchi, il difensore della vita

Mario Paolo Rocchi è morto la sera del 21 dicembre nella sua casa di Firenze, dopo una vita trascorsa nel segno dell’impegno e della lotta a favore della dignità e della vita  dei bambini concepiti. Lascia un gran vuoto e una folla di ricordi in chi lo ha conosciuto ed ha avuto il dono della sua amicizia.

La pillola abortiva arriva nel dispenser automatico

A breve, all’Università di Yale verrà reso disponibile un distributore di anticoncezionali, completo di preservativi e pillole abortive. In questo modo, tutti gli studenti alla ricerca della pillola del giorno dopo avranno sempre lì, belli serviti e pronti all’uso, quelli che vengono eufemisticamente chiamati «contraccettivi di emergenza». L’installazione del marchingegno, sottolinea il giornale scolastico Yale Daily…

Da Planned Parenthood alla Marcia per la Vita: il caso di Abby Johnson

L’edizione del 2019 della Marcia per la Vita (March for Life), che si celebrerà il 18 gennaio al National Mall di Washington, avrà un’oratrice potente: Abby Johnson. Perché “potente”? Per il valore della sua testimonianza. Tempo fa, la Johnson è stata direttrice di una clinica di Planned Parenthood. Nel 2008 è stata anche nominata “impiegata dell’anno” di questa…

«Il mio embrione è femmina, lo scambio per un maschio»

Lisa, un’attrice americana, residente a New York, che non ha voluto rivelare la sua identità ha rivolto un appello straziante al New York Post dicendosi «disperata». Il motivo della crisi della donna è stato l’esito del processo di fecondazione artificiale a cui si è sottoposta insieme al marito: fra gli embrioni prodotti in laboratorio non c’era nemmeno…

Corte Suprema Alabama: «la legge pro aborto è anomala e illogica, i non nati sono persone»

Una storica sentenza non ha stranamente avuto l’adeguata risonanza mediatica, ma non c’è da stupirsi. La Corte Suprema dell’Alabama, il più importante tribunale del popolato stato americano, ha infatti riconosciuto la personalità dei bambini non ancora nati e ha simultaneamente e coerentemente chiesto il rovesciamento di Roe v. Wade, ovvero la legge che dal 1973 legalizza l’interruzione di gravidanza negli…

Una cultura della vita

Correva l’anno 2015 quando la nostra basilica di Santa Maria Sopra Minerva ospitò una adorazione eucaristica a promozione della cultura della vita. Questo evento liturgico preparava lo splendido evento della Marcia per la Vita, che ogni anno a maggio raccoglie un non indifferente numero di militanti di diverse associazioni pro life, sacerdoti, religiosi, operatori dei Centri…

Un altro sguardo al Messico: preoccupazione per la difesa della vita

A pochi giorni dalla imponente marcia per la vita dello scorso 20 ottobre, quando più di un milione di messicani sfilavano in 20 città del Paese chiedendo al nuovo presidente Obrador di rispettare il diritto alla vita sin dal concepimento, la reazione di alcuni membri del partito di maggioranza Morena non si è fatta attendere: una proposta di…

Gosnell, se un film converte gli abortisti

Quando nel 2011 il “caso Gosnell” rivelò la conseguenza ultima della cultura dell’aborto attraverso i crimini commessi dal medico americano che aveva praticato nella sua clinica di Philadelphia migliaia di aborti, fra cui 21 oltre il limite consentito (24 settimane in Pennsylvania) e che uccise tre bambini nati in seguito ad aborti falliti (per cui…

Donne non abortite, ve lo dice una che l’ha fatto

Facebook è molte cose e nessuna. Ma resta un luogo e un insieme di relazioni, seppure inafferrabile, che ci portiamo in tasca. E ogni tanto dalla tasca insieme a vecchie inutili cartacce può essere che tiriamo fuori una banconota buona, che non sapevamo nemmeno di avere.