L’aborto, il male da cui nascono infiniti mali – VIDEO

Si viola il bene supremo: la vita. Si commette un assassinio nei confronti dell’innocente per eccellenza. Si capovolge il diritto naturale: la madre anzichè proteggere, uccide. E si passa così da delitto a diritto.

Insomma: l’aborto è il male morale peggiore dei nostri tempi, in assoluto. Eppure tutti ormai l’hanno digerito, tanto che nessuno osa più invocare l’abolizione della legge sull’aborto. E invece è proprio questo l’obiettivo finale: abrogare la 194. L’analisi del bioeticista, Professor Tommaso Scandroglio.

 

Valentina Tenani, La Nuova Bussola Quotidiana – 6 giugno 2018

Sostieni la Marcia per la Vita