Berna: “Marcia per la vita” e contromanifestazione

Imponente mobilitazione delle forze dell’ordine oggi a Berna per la nona edizione della “Marcia della vita”. La polizia è stata incaricata di assicurare il corretto svolgimento della dimostrazione anti-aborto e di tenere lontani contromanifestanti.

Arturito: la dimostrazione che Charlie sarebbe vissuto!

Riportiamo qui di seguito l’intervista fatta ad Arthur Estopinan, padre di un bambino affetto da una patologia simile a quella di Charlie Gard. Dalle recenti risonanze magnetiche Arturito ha mostrato notevoli miglioramenti nel suo encefalo e vive felicemente con una famiglia che lo ama tantissimo!

Complicanze associate all’aborto indotto: il Ministero della Salute “dà i numeri”

Il libretto “Per la salute delle donne” che ho scritto per l’associazione ProVita onlus – un opuscolo informativo in cui sono elencate le complicazioni che l’aborto indotto può provocare alla salute fisica e psichica della donna -, mi ha portato a consultare le Relazioni annuali sull’Attuazione della legge 194/78 in cui il Ministro della Salute riepiloga tutti i dati…

Guate por la Vida

Il pomeriggio di domenica 2 settembre la Plaza de la Constitución di Ciudad de Guatemala vedeva raccogliersi migliaia di manifestanti pro-life, al termine della Marcha por la Vida convocata dal movimento Transformemos Guate e partita da Plaza Italia.

L’America latina è pro vita

Brasile, Cile, Colombia, Ecuador, El Salvador, Honduras, Panama, Paraguay, Perù, Uruguay, Venezuela, Argentina, Messico, Bolivia e Guatemala. Questi sono i 15 paesi latino-americani che lo scorso 30 luglio hanno manifestato nelle loro città il proprio sostegno alla comunità pro vita argentina contro il progetto di legge sull’aborto che sarà votato dal Senato.

Ecuador: folla record alla marcia contro aborto e gender

Ecuador. Centinaia di persone hanno manifestato in diverse città lo scorso sabato 28 luglio, in difesa del diritto alla vita dei bambini che stanno per nascere. Gli organizzatori, associazioni pro vita del paese, hanno chiesto al governo di scartare qualsiasi iniziativa di riforma per legalizzare l’aborto. Si stima la partecipazione di 200.000 persone a Guayaquil….

È sua figlia che ispira Alina a lottare per la vita nei tribunali

Alina Dulgheriu deve raccogliere 50.000 sterline per lottare contro il divieto dell’Ealing London Borough Council (Consiglio di Ealing, un municipio dell’area metropolitana di Londra situato a ovest della capitale britannica) di non infastidire con veglie e preghiere le donne fuori dal centro abortivo Marie Stopes in Mattock Lane.

Aborto: taci o muori

Ieri abbiamo avuto nuovamente conferma di come il fronte abortista sia sempre per la libera scelta … si, a senso unico. I suoi paladini mentono alle donne (e non solo) esaltando la loro fantomatica auto-determinazione ma poi augurano la morte a chiunque soltanto osi provare a svelare il tremendo inganno. No, qui non c’è nulla di libero,…